2 commenti su “Farla finita

  1. “i pensieri, non c’è niente di più insipido. Ancora più insipido della carne. Si trascinano a non finire e lasciano un gusto strano. E poi ci sono le parole,dentro i pensieri, le parole incompiute, le frasi abbozzate che ritornano sempre: <>
    E così via, così via…, non finisce mai. é peggio di tutto il resto, perchè me ne sento responsabile e complice. Per esempio questo doloroso rimuginare: io esisto, sono io stesso che lo faccio durare. Io. Il corpo, quello vive da solo, una volta che ha cominciato.
    […] Esisto perchè penso…e non posso impedirmi di pensare. Sono io, io, che mi traggo dal niente al quale aspiro: l’odio, il disgusto di esistere sono altrettanti modi di farmi esistere, di affondarmi nell’esistenza. I pensieri nascono dietro di me, come una vertigine, me li sento nascere dietro la testa… se cedo, mi arriveranno davanti, tra gli occhi-e io cedo sempre, e il pensiero s’ingrossa, s’ingrossa ed eccolo, immenso, che mi riempie tutt’intero e rinnova la mia esistenza. La mia saliva è dolciastra, il corpo è tiepido, mi sento insipido” La nausea, J.P.Sartre

    • non so rispondere alle citazioni, ma queste parole di Sartre mi hanno fatto venire voglia di scoprirlo, hanno un gusto molto figurato di far evolvere il pensiero che mi piace molto, come in un rapporto carnale con la propria mente. Grazie per la visita, isolata o periodica che sia !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...